In Ungheria potrebbe essere schierato titolare
In Ungheria potrebbe essere schierato titolare (Keystone)

Timm Klose è ripartito dal basso

La rinascita del difensore col Norwich in Championship

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ha fatto una scommessa e, almeno per ora, la sta vincendo. Timm Klose ha ritrovato un posto in Nazionale - venerdì sera a Budapest contro l'Ungheria potrebbe anche essere da titolare - nonostante abbia deciso di scendere col suo Norwich City in Championship, la seconda divisione inglese. "In un primo tempo Vladimir Petkovic mi aveva chiaramente fatto capire che restare a Norwich dopo la retrocessione non sarebbe stato l'ideale - ammette lo stesso difensore 28enne, nativo di Francoforte - E in effetti un'offerta dal West Bromwich era anche arrivata in estate, ma il Norwich l'ha rifiutata".

"Ho deciso di restare a Norwich, lottare e mostrare a Petkovic che con la Nazionale non avevo ancora chiuso" Timm Klose

Grazie ai 90 milioni di sterline (!) che la Premier League offre come paracadute ad ogni squadra retrocessa i "Canarini" hanno potuto mettere in piedi una formazione di buon livello per ritrovare al più presto un posto tra l'élite del calcio inglese: e in effetti sono attualmente secondi dietro al sorprendente Huddersfield. "Il club non ha lasciato andar via nessuno dei titolari - spiega ancora Timm Klose - Io stesso non avevo nessuna intenzione di ripetere un'esperienza come quella di Wolfsburg, ovvero far parte di un grande club ma senza la possibilità di far parte dell'undici principale".

Assenza dai campi di gioco che gli costò un posto tra i selezionati di Ottmar Hitzfeld ai Mondiali del 2014. Poi un infortunio gli fece saltare anche l'Europeo successivo. Ma ora Klose è pronto a ripartire: "Il mio carburante è la passione. Non gioco a calcio per fare soldi ma per vivere grandi emozioni, come quelle che sto vivendo anche in seconda categoria, dove si gioca ad un'intensità folle. Avanti 2-1 sul Wolverhampton sabato, ho passato gli ultimi venti minuti a rispedire palloni di testa fuori dall'area...". Finendo per essere anche nominato "man of the match".

Condividi