Una magia di Bottani ha portato in vantaggio i ticinesi
Una magia di Bottani ha portato in vantaggio i ticinesi (freshfocus)
Servette
0
Lugano
2
  • 47' Bottani
  • 49' Abubakar
Tabellino Risultati e classifiche

Una fiammata ed è prima vittoria del Lugano

I bianconeri trovano un bel successo sul campo del Servette

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È una prima vittoria stagionale, che regala un segnale più che positivo, quella colta dal Lugano sul campo del Servette. A Ginevra i bianconeri - anche sconfitti mercoledì in amichevole contro il Bellinzona per 1-0 - si sono infatti scrollati di dosso la prima uscita contro lo Zurigo con un bel successo per 2-0 condito da una prestazione convincente e, appunto, dai primi punti conquistati dal tecnico Abel Braga in Super League.

Con Abubakar schierato in attacco al posto del giovanissimo Muci (nemmeno convocato per l'occasione), la squadra ticinese ha faticato non poco nei primi quarantacinque minuti della sfida dello Stade de Genève. Sono infatti stati gli uomini di casa a prendere quasi sempre l'iniziativa, sfiorando anche il vantaggio alla mezz'ora quando Stevanovic si è trovato a tu per tu con Baumann: una situazione però sbrogliata dal provvidenziale intervento dell'accorrente Ziegler. Ma il leitmotiv è cambiato, e non di poco, con il ritorno sul campo delle due compagini. A stravolgere il match ci ha pensato Bottani, autore di una vera magia al 47': il fantasista ticinese si è prima bevuto tutta la difesa per poi piazzare la palla all'incrocio dei pali alle spalle di Frick. E due minuti dopo è arrivato il raddoppio con Abubakar, lesto a ribattere in rete dopo un bel colpo di testa di Daprelà, inizialmente parato dall'estremo ginevrino.

Una fiammata che ha messo in ginocchio gli uomini di Geiger, incapaci di trovare in seguito concreti spunti per rimettere in equilibrio la sfida. Partita che ha visto anche l'esordio tra le file bianconere dei neoacquisti brasiliani Luis Phelipe, entrato al 64' al posto di Lovric (uscito per un problema muscolare), e Yuri che ha preso a sua volta il posto di Facchinetti all'80', così come l'esordio stagionale di Maric, pure inserito negli ultimi minuti di gara.

 
 
Condividi