Il dirigente ticinese del team UAE
Il dirigente ticinese del team UAE (rsi.ch)

"È stato un Tour straordinario"

Mauro Gianetti ha trionfato nuovamente con il suo team UAE Emirates in Francia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Mauro Gianetti, CEO del team UAE Emirates fresco vincitore al Tour de France con il suo uomo di punta Tadej Pogacar, ha raccontato alla Domenica Sportiva questa movimentata edizione, caratterizzata da una prima settimana con diverse cadute. Per la UAE è stata una Grande Boucle molto diversa e più tranquilla rispetto a quella di settembre, quando il team vinse già con Pogacar, ma solo all'ultima tappa. "Per quanto riguarda la nostra squadra è stato un TdF straordinario, con tre vittorie di tappa e 14 giorni di maglia gialla - ha spiegato il ticinese - Pogacar ha confermato di essere un campione straordinario, ne sentirete parlare ancora molto in futuro".

Quest'anno abbiamo dovuto difenderci, prendendo in mano la responsabilità della corsa in molte occasioni Mauro Gianetti

Oltre al campione sloveno, nella file della squadra si è aggiunto da quest'anno anche Marc Hirschi. Un Tour per lui condizionato subito dalla caduta di massa nella prima tappa, nella quale il bernese ha subito una dislocazione della clavicola. "Marc è un ragazzo di talento, ha fatto un lavoro eccezionale ed è felice di essere stato importante per il team", ha raccontato Gianetti.

Hirschi da qui a fine stagione farà belle cose Mauro Gianetti

Occhi puntati ora sui Giochi Olimpici, dove i corridori non rappresenteranno più i loro team, ma le rispettive nazioni. "Sara una gara durissima con un caldo tremendo - ha dichiarato Gianetti - Sarà una grandissima sfida per tutti."

Condividi