Le Olimpiadi sono sempre il primo obiettivo
Le Olimpiadi sono sempre il primo obiettivo (Keystone)

Neff, quando la pausa casca a fagiolo

Lo stop ha permesso alla sangallese di riprendersi al meglio dall'infortunio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Vittima di un brutto incidente in allenamento negli Stati Uniti a fine dicembre scorso, Jolanda Neff ha sfruttato al meglio la pausa forzata per la pandemia di coronavirus per riavvicinarsi, con calma, alla sua forma migliore. "In condizioni normali il mio avvicinamento alle Olimpiadi sarebbe stato intensissimo - ha spiegato la sangallese ai microfoni di SRF - Avrei dovuto sfruttare ogni singolo giorno, dando il massimo, senza praticamente pause. Non è il primo infortunio della mia carriera, mi è già successo nel 2017 e poi sono riuscita a vincere il titolo Mondiale".

Tokyo resta il mio obiettivo principale: se poi i Giochi saranno annullati posso sempre cambiare i miei piani... posso sempre andare in vacanza! Jolanda Neff

Non tutto il male viene per nuocere, dunque. "Sono convinta di riuscire a tornare al mio massimo livello - continua la biker rossocrociata - Oltretutto ora ho la fortuna di poter costruire la mia preparazione con più calma, senza forzare. Posso ascoltare il mio corpo. Ad ogni modo sono felicissima di poter tornare a gareggiare in estate oppure in autunno".

 
Condividi