La gioia di Locatelli, la delusione di Sommer
La gioia di Locatelli, la delusione di Sommer (Keystone)
Italia
3
Svizzera
0
  • 26' Locatelli
  • 52' Locatelli
  • 89' Immobile
Tabellino Risultati e classifiche

L'Italia è in palla, Svizzera ridimensionata

Azzurri qualificati e troppo forti per la Nati, che ora dovrà battere la Turchia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

C'era bisogno di una vera e propria impresa, che alla fine, per sicuri meriti degli avversari e per tanti demeriti propri, non si è realizzata. Una brutta Svizzera è infatti uscita sconfitta con un netto 3-0 contro l'Italia all'Olimpico ed ora sarà costretta a battere la Turchia nel suo ultimo incontro del Gruppo A per accedere agli ottavi di finale dell'Euro 2020. L'ultimo successo dei rossocrociati contro gli Azzurri, già sicuri degli ottavi, resta dunque quello delle qualificazioni dei Mondiali di USA '94, quando nel '93 finì 1-0 con rete di Hottiger.

In campo con la stessa formazione vista all'opera contro il Galles, la Nati ha iniziato tutto sommato bene la partita, proponendo un discreto possesso palla nei primi 10'. Arrivata per la prima volta dalle parti di Sommer con un colpo di testa alto di Immobile all'11', l'Italia è cresciuta in un battibaleno, mettendo più volte alle strette gli uomini di Petkovic, in balia degli eventi per una buona mezz'ora. In quel periodo è successo di tutto e un po' sul fronte azzurro: prima, al 19', il VAR ha annullato un gol in mischia di Chiellini per fallo di mano; poi, al 26', Locatelli ha trasformato in rete una discesa sulla destra di Berardi.

Nella ripresa, nonostante i cambi e l'inserimento di Gavranovic per Seferovic, la musica non è cambiata. E così, con la retroguardia elvetica totalmente fuori posizione e lenta a opporre resistenza, di nuovo Locatelli ha trovato il punto del raddoppio al 52' con un sinistro preciso nell'angolo. Mai così rinunciatari negli ultimi anni, i rossocrociati si sono fatti vedere dalle parti di Donnarumma unicamente attorno all'ora di gioco con Shaqiri e Zuber, prima del definitivo 3-0 di Immobile dalla distanza all'89'. Davvero troppo poco per sperare in qualcosa in più, e ora non resta che vincere con la Turchia..

 
 
 
Condividi