Accolti dal suono del corno delle Alpi
Accolti dal suono del corno delle Alpi (Keystone)

La Nazionale è tornata in patria

I rossocrociati sono atterrati alle 12h57 all'aeroporto di Zurigo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In questa edizione degli Europei, la Nazionale ci ha regalato forti emozioni. Un prestazione storica, seconda solo all'argento olimpico del 1924. Il popolo rossocrociato ha risposto presente, criticando gli uomini di Petkovic in uno dei momenti più bui della sua era e celebrandoli dopo la qualificazione ai quarti di finale. Eliminata ai calci di rigore dalla Spagna, la Svizzera è rientrata oggi in patria all'aeroporto di Zurigo, dove è atterrata, con una bandiera elvetica sventolata fuori dalla finestra della cabina di pilotaggio, alle 12h57.

Una decina di minuti più tardi Freuler (in testa) e compagni sono sbarcati accolti dal suono del corno delle Alpi. Dopo qualche foto di rito, durante le quali Shaqiri è stato il più richiesto, la squadra si è diretta verso un ristorante di Opfikon, il punto di ritrovo dove giocatori e staff si sono messi a disposizione per gli autografi. Sulle macchine dello sponsor dell'ASF si è potuto leggere: "Siamo fieri di voi".

 
Condividi