Conferenza conclusiva
Conferenza conclusiva (Keystone)

"Non vedo perché non dovrei restare"

Vladimir Petkovic intende proseguire il cammino in Nazionale, Tami elogia il gruppo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non ha fatto grandi proclami, ma Vladimir Petkovic è intenzionato ad onorare il contratto che lo lega alla Nazionale svizzera fino al termine della campagna dei Mondiali 2022. Dopo uno storico Europeo, con la qualificazione per i quarti e l'accesso alle semifinali mancato soltanto ai rigori contro la Spagna, il 57enne ha mostrato infatti una volta di più le sue qualità al mondo intero e, in questi casi, il "rischio" di ricevere offerte da club importanti è dietro l'angolo.

"Non decide soltanto l'allenatore, ci sono più parti in gioco - ha spiegato Vlado in conferenza stampa a Zurigo dopo il ritorno da San Pietroburgo - e al momento non abbiamo ancora discusso però non vedo perché non dovrei continuare".

È importante tenere palla bassa e credere che questa squadra possa fare ancora grandi cose per tutta la gente che ci ha sostenuto Vladimir Petkovic

Pier Tami ha invece elogiato la crescita della squadra dopo la serie di sconfitte del 2020: "Sapevamo che era un anno importante per noi, perché abbiamo affrontato solo grandi squadre. La speranza di tutti era che la squadra potesse crescere e così è stato. Oltre alle qualità messe in campo dall'allenatore e dallo staff, che propongono un bel calcio moderno, ora si vedono anche altri valori nel gruppo, che ci permettono di ottenere i risultati".

Condividi