Festeggiano i bianconeri
Festeggiano i bianconeri (Ti-Press)

È derby vero, il Lugano supera l'Ambrì

Doppietta dell'ultimo arrivato Carr, sabato si replica alla Cornèr Arena

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il primo atto dei derby amichevoli in vista della stagione di National League è andato al Lugano che a Biasca si è imposto per 3-2. Nonostante mancasse la cornice di pubblico di Valascia o Cornèr Arena, nonostante non ci si giocassero punti per il campionato, sul ghiaccio rivierasco c'è stata partita vera con i bianconeri che hanno mostrato le loro grandi qualità tecniche e i biancoblù la loro esemplare combattività.

Con Arcobello al centro di Boedker e Fazzini e gli ultimi arrivati Kurashev e Carr a comporre il secondo terzetto d'attacco con Bertaggia, gli uomini di Pelletier hanno iniziato con il piglio giusto il confronto, costringendo i "padroni di casa" a concentrarsi sulla fase difensiva e su alcune sterili ripartenze. Il punteggio si è però sbloccato nel periodo centrale grazie proprio a Carr e a un preciso tiro al volo su assist del numero 10 al 24'26". Due minuti più tardi Trisconi al termine di un'azione insistita ha prontamente ristabilito la parità.

La squadra di Cereda, nella quale è stato lasciato a riposo Nättinen, nella seconda parte di partita ha iniziato a farsi più insidiosa dalle parti di Schlegel, prestando il fianco alle ripartenze di Fazzini (capitano di serata) e compagni. Al 40'53" il micidiale polsino di Bertaggia, che ha sorpreso un incolpevole Conz, ha allora riportato in avanti i sottocenerini, prontamente riagguantati da Novotny al 46'08". Carr ha poi chiuso i conti a 24" dalla terza sirena di questo primo atto. Sabato si replica alla Cornèr Arena.

 
 
Condividi