Tutta la grinta del coach canadese
Tutta la grinta del coach canadese (Keystone)
Ginevra-Servette
3
Lugano
5
  • 12' Winnik
  • 29' Moy
  • 54' Jooris
  • 11' Thürkauf
  • 28' Walker
  • 34' Josephs
  • 46' Morini
  • 52' Thürkauf
Tabellino Risultati e classifiche

È dolce il ritorno di McSorley a Ginevra

Il Lugano reagisce dopo il ko con il Bienne ed espugna la pista del Servette

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chris McSorley non poteva immaginarsi ritorno più bello a Ginevra. Presentatosi per la prima volta da avversario alla Patinoire des Vernets, il coach canadese l'ha espugnata con il suo Lugano, vittorioso per 5-3. Un successo, ed è ciò che più conta, arrivato grazie ad una grande prestazione, figlia della bella reazione dopo la sconfitta casalinga di ieri sera contro il Bienne. Per la seconda volta consecutiva, insomma, ad una brutta prova alla Cornèr Arena ne ha fatto seguito una molto migliore lontano da casa, dove i bianconeri hanno fin qui vinto due volte su due.

Con Fatton in porta e Fadani in panchina (Schlegel è stato lasciato a riposo), e con Guerra di nuovo nel line-up, i bianconeri nel primo tempo si sono mostrati molto più attenti in difesa rispetto al match con i Seeländer. A sbloccare l'equilibrio ci ha pensato Thürkauf, bravo a sfruttare al 10'06" un'incursione offensiva di Bertaggia in inferiorità numerica. Nel giro di 63" però, con Traber ancora seduto sulla panchina dei cattivi, il Servette, privo di Rod per circa quattro settimane, è tornato in parità grazie a Winnik. Il copione si è poi ripetuto nel periodo centrale: bianconeri in avanti (Walker al 27'29") e ginevrini capaci di pareggiare in 62" con Moy. Il Lugano però non si è demoralizzato, ha spinto parecchio e dopo diverse occasioni sprecate è tornato in vantaggio per merito di Josephs (33'56"), alla prima segnatura stagionale.

Anche nel terzo periodo i ticinesi hanno mantenuto il controllo delle operazioni e, meritatamente, si sono portati sul 4-2 nel giro di 5'57" grazie a Morini. Anche in doppio vantaggio gli uomini di McSorley hanno continuato a mettere sotto pressione un Ginevra in grande difficoltà e al 51'53" sono passati nuovamente con Thürkauf, stavolta a segno in powerplay. A 6'41" dal termine il Servette ha accorciato le distanze con Jooris, ma la rete del 31enne non è bastata per cambiare le coordinate del match.

 

 

Condividi