Il difensore di Giubiasco in azione
Il difensore di Giubiasco in azione (Keystone)

"Ambrì e Davos, due club di montagna"

Dopo l'addio al Ticino, Michael Fora racconta la sua nuova avventura grigionese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Michael Fora ha rivoluzionato la sua vita di capitano e trascinatore dell'Ambrì trasferendosi alla corte di Christian Wohlwend a Davos per ricoprire il ruolo di difensore puro. "I grigionesi sono più in avanti dei leventinesi in generale - ha dichiarato il difensore gialloblù - ma i biancoblù hanno iniziato tempo fa un progetto di miglioramento che richiede tanto lavoro ed energia, grossi passi avanti ce ne sono stati e ne sono testimone. Questi due club condividono valori molto simili".

A Davos mi sono sempre sentito bene, anche quando giocavo da ospite Michael Fora

La nuova avventura nei Grigioni non è la prima lontano da casa per il difensore sopracenerino che ha vissuto in Nordamerica in due momenti diversi. "Esattamente, due esperienze molto positive -  ha ricordato Michael Fora - sicuramente la prima ai Kamloops Blazers più di tutte perché mi ha permesso di crescere sia come persona che come giocatore. Ho potuto uscire dalla quotidianità, conoscere una lingua e una cultura diversa. È stata un'esperienza importantissima, come anche la seconda ai Charlotte Checkers. Rifarei tutte le medesime scelte. Il mio obiettivo è ogni giorno di imparare qualcosa di nuovo, avrò 4 anni per farlo qua a Davos".

 
Condividi