Ospite alla DS
Ospite alla DS (rsi.ch)

"Chris non aveva mai visto qualcosa di simile"

Vicky Mantegazza esalta McSorley e il suo Lugano più battagliero del derby

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"La squadra ha fatto un mezzo miracolo ieri sera, sono davvero orgogliosa dei ragazzi, di come sono scesi sul ghiaccio e di come hanno lottato". Vicky Mantegazza, nonostante una settimana stancante (leggasi trasferta a Berlino) e sfortunata (leggasi infortuni) per il suo Lugano, non può che essere felice dopo la vittoria nel secondo derby stagionale contro l'Ambrì. "Ieri sera è stata una grande festa, continuata fino a tarda notte. Finalmente abbiamo ritrovato il nostro pubblico in un derby!".

In questo momento le persone hanno bisogno di vivere le emozioni Vicky Mantegazza

Ospite alla Domenica Sportiva, il presidente del Lugano si è poi soffermata sull'inizio dell'era McSorley, che sembra già aver plasmato la sua squadra perlomeno sul piano caratteriale: "Oltre al risultato finale, l'importante è uscire dal ghiaccio avendo dato tutto. Questo Lugano mi piace, è una squadra che lotta l'uno per l'altro, lasciando in pista il sudore. È simile a quello che ci aveva portato fino a gara-7 della finale dei playoff contro lo Zurigo". Come sta vivendo questa avventura Chris? "Ieri l'ho visto molto emozionato, mi ha confidato che non aveva vissuto nulla di simile prima. Si sta godendo questa esperienza e noi siamo felici di lui".

Questo Lugano più operaio mi piace Vicky Mantegazza

Se le assenze forse rischiano di bloccare i progressi tecnici e tattici della squadra, l'emergenza porta i giovani ad assumersi più resposabilità: "Sono anni che puntiamo forte sulla sezione giovanile, che sta lavorando benissimo - ha continuato Vicky Mantegazza - Nelle ultime stagioni sono usciti tantissimi talenti, che si sono installati in National League con noi o con altre squadre. Penso che nessuna società abbia lanciato così tanti giovani ultimamente. Fatton e Fadani? Hanno dimostrato tante capacità, ma vanno anche tutelati ed è per questo che è arrivato Irving".

 
Condividi