Il 29enne centro canadese
Il 29enne centro canadese (freshfocus)

Devos, quei numeri da paura che non bastano

"Mai avuto proposte dalla National League, ma la speranza c'è ancora"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In Swiss League, nel Canton Giura, c'è una coppia che da anni registra numeri incredibili a livello di punti e che trascinal'Ajoie a giocarsi il titolo con pretendenti alla promozione nell'élite dell'hockey svizzero. Parliamo di Philip-Michaël Devos e Jonathan Hazen, entrambi 29enni, entrambi canadesi ed entrambi in attesa di una vera chiamata da un club di National League e non di una semplice comparsata come capitato due anni fa con Friborgo e Ambrì.

"Non abbiamo avuto proposte per giocare in National League - ha spiegato Devos, autore complessivamente di 468 punti (154 gol) in 268 partite di SL, di cui 88 (27 gol) nei 39 match disputati in questo campionato - Non siamo noi che non ci vogliamo andare o che rifiutiamo le offerte, però continuiamo a sperare. Quando ero piccolo sognavo di diventare un giocatore di hockey e ci sono riuscito. È vero che io ed Hazen ci domandiamo come mai non sia ancora arrivato il nostro momento. Crediamo di possedere le qualità necessarie ma a volte le cose non vanno come si vorrebbe, fa parte del gioco".

Vicini al Langnau? Sono soltanto dei rumor. Fa piacere essere accostati a club di National League ma per ora non ci sono trattative Philip-Michaël Devos

"Quest'anno, in Coppa, siamo riusciti a battere ben tre squadre di National League (Losanna, Zurigo e Bienne, ndr) - ha proseguito il centro canadese - ma non è abbastanza come certificazione che siamo all'altezza. Serve una stagione intera per mettersi alla prova nel massimo campionato e chissà se avremo mai questa chance".

Condividi