Per l'ex portiere a pagare per prime saranno le selezioni U18 e U20
Per l'ex portiere a pagare per prime saranno le selezioni U18 e U20 (Keystone)

"Facciamo attenzione, ne va del nostro futuro"

Weibel, direttore delle squadre nazionali, è preoccupato dall'aumento degli stranieri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'aumento da quattro a sei del numero di stranieri schierabili in partita da ogni squadra ha sicuramente aumentato il livello e lo spettacolo della National League, ma c'è chi è preoccupato che il maggior numero di giocatori esteri possa danneggiare quelli rossocrociati e, di conseguenza, le varie selezioni elvetiche. "I problemi non li avremo subito con la squadra A - ha sottolineato il direttore delle nazionali svizzere Lars Weibel - ma piuttosto con la U18 e la U20, perché ora i ragazzi di quell'età si prendono meno responsabilità e giocano meno rispetto all'anno scorso".

In ottica futura anche i portieri mi fanno un po' paura Lars Weibel

"Se guardiamo le nazionali nostre concorrenti - ha proseguito l'ex portiere del Lugano - notiamo che già dal qualche anno i loro giocatori disputano campionati di una categoria superiore rispetto ai nostri ragazzi. Però l'unica cosa che come Federazione svizzera al momento possiamo fare è alzare la voce e dire facciamo attenzione, ne va del nostro futuro".

 

Legato a Rete Uno Sport 04.10.2022, 07h15

Condividi