Josephs ha firmato la pesantissima rete del 3-2 per il Lugano
Josephs ha firmato la pesantissima rete del 3-2 per il Lugano (freshfocus)
Ajoie
2
Lugano
5
  • 22' Asselin
  • 40' Asselin
  • 3' Thürkauf
  • 7' Herburger
  • 47' Josephs
  • 49' Zanetti
  • 52' Granlund
Tabellino Risultati e classifiche

HCL, chiusa con una vittoria la serie di trasferte

Nella quarta partita di fila lontano da casa i bianconeri si impongono 5-2 sull'Ajoie

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si è chiusa con un successo per 5-2 in casa dell'Ajoie la serie di quattro trasferte consecutive del Lugano. L'HCL, che dopo quasi tre settimane lontano da casa domani ritroverà il pubblico della Cornèr Arena affrontando il Rapperswil, ha così vendicato il ko per 4-1 subito sul ghiaccio dei giurassiani lo scorso 21 ottobre, ma ha soprattutto messo in cascina tre punti che gli permettono di restare a ridosso della zona pre-playoff. I giurassiani dal canto loro hanno invece incassato la 12a battuta d'arresto consecutiva.

Come si era intuito nell'allenamento della vigilia, Gianinazzi ha sostituito l'attaccante Carr, vittima di una nuova commozione cerebrale, con il difensore Kaski, confermando Koskinen tra i pali e lasciando Bennett in tribuna. Nonostante il rimescolamento delle linee offensive il Lugano è partito forte, andando sul 2-0 nel giro dei primi 6'24" di gioco con le reti di Thürkauf (in powerplay) ed Herburger, e controllando poi agevolmente il gioco fino alla prima pausa. Le coordinate del confronto sono però radicalmente cambiate in un periodo centrale dominato dall'Ajoie, con i giurassiani che sono tornati in parità grazie alla doppietta di Asselin (in gol al 21'28" in superiorità numerica e al 39'20") e con i bianconeri che a 53" dalla seconda sirena hanno perso definitivamente Thürkauf, punito con 5' più penalità di partita per una scazzottata con Macquat, anche lui finito anticipatamente sotto la doccia.

Il Lugano è stato messo sotto pressione dall'Ajoie anche nei primi minuti del periodo conclusivo, ma, sorretto da un buon Koskinen, è riuscito a non capitolare ulteriormente. Anzi, sono stati proprio i ticinesi, bravi a sfuttare un powerplay, a tornare in vantaggio con Josephs al 46'07". Girata l'inerzia del match, i bianconeri in appena 56" hanno ritrovato il doppio vantaggio grazie a Zanetti, la cui conclusione sul palo ha causato un autogol di Wolf. A mettere la parola fine a un confronto, comunque a tratti sofferto per l'HCL, è poi stato Granlund, autore del definitivo 5-2 al 51'50".

 
 

Legato a Sport e Musica del 09.12.2022

Condividi