Ohtamaa cerca di arginare Ambühl
Ohtamaa cerca di arginare Ambühl (freshfocus)
Lugano
2
Davos
3
  • 32' Chiesa
  • 59' Fazzini
  • 36' M.Wieser
  • 38' M.Wieser
  • 47' Tedenby
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano resta fermo al palo

Bianconeri superati dal Davos in rimonta alla Cornèr Arena

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Seconda partita stagionale e seconda sconfitta casalinga per il Lugano. Chiesa e compagni, scesi sul ghiaccio con un line-up invariato rispetto al debutto (Klasen in sovrannumero), sono stati superati dal Davos per 3-2, che dal canto suo ha colto il primo successo. Come contro il Losanna, i bianconeri si sono dovuti inchinare dopo aver trovato per primi il vantaggio, palesando ancora problemi nelle fasi di transizione difensiva.

In un primo tempo di studio e con pochi sussulti i sottocenerini sono andati vicino al vantaggio con Walker, ma il palo ha salvato gli ospiti. Gli stessi gialloblù, dopo essersi visti annullare il vantaggio di Tedenby per un bastone alto durante l'azione, hanno alzato il ritmo in entrata di secondo periodo. La truppa di Kapanen ha però retto la pressione senza troppe difficoltà, riuscendo a portarsi in vantaggio al 31'53" grazie ad un tiro-appoggio di Chiesa che ha colto impreparato van Pottelberghe. In poco più di 2' il Davos è però riuscito a ribaltare la sfida grazie a Marc Wieser: l'attaccante, dopo aver pareggiato con un preciso polsino sul finire di una superiorità numerica, ha firmato il 2-1 sorprendendo Zurkirchen da dietro la linea di porta.

Il 3-1 firmato da Tedenby al 46'51", lasciato sfilare da una difesa del Lugano troppo leggera e passiva, sembrava aver tagliato le gambe ai padroni di casa, capaci invece di riaprire la sfida sfruttando una superiorità numerica con Fazzini a 1'40" dalla terza sirena. L'assalto finale è stato però vanificato da una penalità presa dalla panchina bianconera, che ha di fatto negato ai ticinesi la possibilità di trovare il pareggio.

 
 
 
Condividi