Divertita
Divertita (rsi.ch)

"Il mio ruolo è un po' maledetto"

Una sorridente Vicky Mantegazza al tavolo del Villaggio di Rete Tre

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A un paio di settimane dall'arrivo di Luca Cereda al Villaggio oggi è toccato ad un rappresentante bianconero essere alla mercè del trio Casolini-Balmelli-Guglielmoni. E a presenziare è stato nientedimeno che il presidente dei bianconeri, Vicky Mantegazza. La numero 1 del club sottocenerino, che per tutta la puntata ha sfoggiato un sorriso smagliante, ha parlato del suo legame molto forte con la famiglia: "Ancora oggi mia mamma ci raduna tutti al sabato a pranzo, è una bella tradizione a cui nessuno vuole mancare". Legame confermato anche dal fratello Mario: "Nonostante i sei anni di distanza io e Vicky siamo sempre stati molto uniti".

Ho quel ruolo maledetto che mi fermano solo quando le cose vanno male Vicky Mantegazza

Non si poteva non parlare del papà Geo e di quanto abbia fatto per l'hockey svizzero: "Ai tempi ha avuto la lungimiranza di creare il professionismo in Svizzera, e con giocatori che si allenavano due volte al giorno contro chi lo faceva per passione era più facile vincere". Mentre, tornando ai giorni nostri, ecco il mini-rimpianto di Vicky: "Ho sempre un punto debole per Patrick Fischer come allenatore, mi spiace davvero che non abbia funzionato".

Sapevo di avere il privilegio di poter conoscere tutti i giocatori, era qualcosa di speciale Vicky Mantegazza
 
Condividi