Hockey

L'Ambrì esce alla distanza, ma cede ai rigori

Dopo una grandissima rimonta, i biancoblù subiscono una sconfitta contro il Ginevra

  • 24 January 2023, 22:24
  • 24 June 2023, 01:54
  • SPORT
  • SHOW IN APP NEWS
Juvonen

Juvonen ancora una volta solidissimo

  • Ti-Press

3 - 4 dr

0-2

0-1

3-0

Ambrì Piotta

Ginevra-Servette

  • 41'

    Bürgler(PP)

  • 47'

    Formenton

  • 54'

    Chlapik(PP)

  • 4'

    Praplan(PP)

  • 19'

    Omark

  • 25'

    Omark

di Federico Fiorito

Dopo il weekend in chiaroscuro contro il Kloten, terminato con i due punti conquistati in casa degli Aviatori, l'Ambrì ha fatto vivere alla Gottardo Arena un'altra serata per cuori forti ai propri tifosi. Contro un Ginevra sceso in Ticino con la chiara intenzione di infilare la quarta vittoria consecutiva, i biancoblù, costretti a fare a meno dell'infortunato Spacek, sono stati messi alle corde per quasi tutti i primi 40 minuti, riuscendo però grazie a un grandissimo terzo tempo a pareggiare i tre gol incassati, rimandare il verdetto a oltre il 60' per poi tuttavia perdere ai rigori per 4-3. Superato dal Lugano in classifica, per l'HCAP (ora 11o) il punto incamerato è comunque molto prezioso in vista dello scontro diretto di sabato contro un Langnau che, dopo il successo sul Friborgo, si è portato a due lunghezze di distanza.

Partiti forte, gli uomini di Cadieux hanno sbloccato subito la sfida con la rete di Praplan al 3'23" in powerplay e non hanno quasi mai smesso di premere sull'acceleratore, costringendo agli straordinari una retroguardia leventinese spesso presa in affanno. Come logica conseguenza prima del 30' i ginevrini si sono portati sul 3-0 grazie alla doppietta di Omark, realizzata in combutta con il sempre ispirato Tömmernes. Crudeli entrambi le reti: la prima arrivata al 18'36", subito dopo un buon primo powerplay dei sopracenerini; la seconda al 24'43" dopo un clamoroso palo centrato a porta sguarnita da Eggenberger.

Il time out chiamato da Cereda al 28'48" per dare la scossa ai suoi e per togliere riferimenti agli ospiti, con un continuo e vorticoso cambio di linee offensive, ha dato i frutti sperati in un pazzesco terzo tempo. Il gol di Bürgler in powerplay dopo 29" dal rientro dalla seconda pausa ha rianimato i 6'113 della Gottardo Arena, che via via hanno trascinato i propri beniamini in un climax di euforia. In cattedra è salito Heed, autore dell'assist per il numero 87, di quello per il punto del 2-3 di Formenton al 46'14", e di una serpentina che ha costretto al fallo Rod al 51'33". Sugli sviluppi della successiva superiorità numerica Chlapik, ottimamente servito da Zwerger, ha pareggiato i conti e sull'onda i padroni di casa avrebbero anche meritato di passare in vantaggio ma due penalità, rimediate dallo stesso ceco al 58'22" e da Grassi al 60'00", hanno di nuovo scompaginato le sorti del confronto. Gagliarda la resistenza in doppia inferiorità numerica all'inizio dell'overtime di un Ambrì sorretto dal sempre solido Juvonen e capace di nuovo di risorgere e di impensierire negli ultimi secondi la porta difesa da Descloux. Quella che sarebbe stata una splendida favola è stata però rovinata ai rigori dalla sola trasformazione di Tömmernes.

NL, l'intervista a Daniele Grassi (24.01.2023)

  • 25.01.2023
  • 07:21

NL, l'intervista a Johnny Kneubuehler (24.01.2023)

  • 25.01.2023
  • 07:18

Il servizio con Johnny Kneubuehler (Rete Uno Sport 25.01.2023, 07h00)

  • 25.01.2023
  • 09:50

Legato a Sport e Musica del 24.01.2023

Ti potrebbe interessare