Manzato a tu per tu con Hofmann
Manzato a tu per tu con Hofmann (Keystone)
Zugo
3
Ambrì Piotta
1
  • 20' Thorell
  • 28' Morant
  • 47' Klingberg
  • 35' Trisconi
Tabellino Risultati e classifiche

L'Ambrì non ferma la corsa dello Zugo

Leventinesi battuti in casa dei Tori che raggiungono lo Zurigo in vetta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non è riuscita l'impresa all'Ambrì, sconfitto a Zugo per 3-1 e dunque sempre ancorato al penultimo posto in classifica. Alla Bossard Arena con Sabolic al posto dell'influenzato D'Agostini e con il rientrante capitan Bianchi, gli uomini di Cereda hanno proposto una prova generosa ma non abbastanza per sorprendere la squadra Tangnes, che ne ha approfittato per raggiungere in vetta lo Zurigo, battuto a sorpresa a Rapperswil.

I leventinesi hanno inizialmente retto bene l'urto della nuova capolista (avendo tre match in meno dei Lions), uscendo anche indenni dalla prima situazione di inferiorità numerica. Ma 15 secondi dopo il rientro in pista di Upshall, e quando ne mancavano solamente 12 alla sirena, i padroni di casa hanno trovato il vantaggio con una, di fatto, autorete dell'ex di serata Flynn, il quale ha spinto alle spalle di Manzato un disco messo in mezzo da Thorell. Inizialmente evitato grazie all'asta - su tiro di Hofmann con Upshall ancora sulla panchina dei penalizzati - il raddoppio dei Tori è poi arrivato al 27'52" con un tiro di Morant dalla blu infilatosi in mezzo ai gambali di Manzato.

Ma quando la partita sembrava essere lì lì per sfuggire di mano ai biancoblù, Trisconi ha accorciato le distanze al 34'32", firmando la sua terza rete stagionale. Dopo aver messo pressione su Geisser dietro la gabbia, il numero 18 si è fatto trovare pronto per la ribattuta dopo una scomposta parata di Genoni su una potente conclusione di Goi. La rete ha dato una bella scossa all'Ambrì, cambiando l'inerzia del match, ma l'agognato pareggio non è arrivato. Superata un'apnea di una decina di minuti, lo Zugo ha così piazzato il colpo decisivo al 46'05" con una bordata di Klingberg che non ha lasciato scampo a Manzato. Trovatisi ancora sotto di due reti, i biancoblù non sono più riusciti a reagire.

 
 
Condividi