Con la maglia dei solettesi
Con la maglia dei solettesi (freshfocus)

"La chiamata dell'Ambrì non è una sorpresa"

Stanislav Horansky, prelevato dall'Olten, proverà ad imporsi in National League

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Motivatissimo a giocarsi le sue carte nel massimo campionato svizzero, Stanislav Horansky è una delle tante scommesse che Luca Cereda e Paolo Duca proveranno a vincere. Prelevato dall'Olten, squadra con cui ha siglato 34 reti e 64 assist in 101 partite di Swiss League, lo slovacco con licenza svizzera è apparso da subito sicuro dei propri mezzi e pronto a dimostrare le sue qualità: "Speravo di ricevere una proposta da un club di National League, è sempre stato il mio obiettivo da quando ho raggiunto Olten. Non posso insomma dire che la chiamata dell'Ambrì sia stata una sorpresa".

Sono felicissimo di questa opportunità Stanislav Horansky

Il primo approdo in NL, però, non era stato di quelli memorabili, visto che con il Bienne il 26enne aveva raccolto solamente 4 reti e 3 assist in 54 presenze. "A Bienne non è stato un periodo semplice, i primi due anni negli juniores mi sono anche divertito, ma dopo il salto in prima squadra non ho mai ricevuto quella continuità d'impiego che sentivo necessaria e che mi aspettavo - ha spiegato l'attaccante - Con il tempo ho giocato sempre meno, e alla fine soltanto durante i powerplay... È stata dura perché il tecnico non mi vedeva. È per questo che ho fatto un passo indietro ripartendo da Olten". Passo indietro che, a tre anni di distanza, gli ha fruttato la chiamata da una compagine che di ghiaccio è pronta a regalargliene a sufficienza.

Ora posso dirmi cresciuto e più esperto, spero di poter fare meglio in National League Stanislav Horansky
 
Condividi