In vigore da subito alla Cornèr Arena e alla Gottardo Arena
In vigore da subito alla Cornèr Arena e alla Gottardo Arena (Ti-Press)

L'hockey opta per il 2G evitando le mascherine

Alle partite di National League e Swiss League accederanno solo vaccinati e guariti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'idea di aprire le piste di hockey su ghiaccio solamente a vaccinati e guariti, lanciata per primo dal presidente del Firborgo Hubert Waeber, ha trovato consensi nel mondo dell'hockey svizzero. In seguito ad una riunione tenutasi in mattinata, tutti i club di National League e Swiss League hanno infatti deciso all'unanimità di optare per questa soluzione, compresi Ambrì, Lugano e Ticino Rockets.

Attuando il concetto del 2G (dal tedesco "geimpft" e "genesen") non solo si potrà evitare l'obbligo di indossare le mascherine, ma i tifosi potranno continuare a consumare cibi e bevande anche in piedi, scongiurando problemi logistici e perdite economiche per il club. Il nuovo concetto di protezione entrerà in vigore da subito sia alla Cornèr Arena che alla Gottardo Arena, mentre le uniche eccezioni sono rappresentate dalle sfide odierne Rapperswil-ZSC Lions e Olten-Winterthur. Allo stesso tempo, Marc Gianola ha confermato che anche la Coppa Spengler ha optato per la stessa decisione.

 
Condividi