Bisogna lasciarsi alle spalle un momento difficile
Bisogna lasciarsi alle spalle un momento difficile (rsi.ch)

Lugano con Heed e Bertaggia in più nel motore

Alcuni Rockets si allenano con i bianconeri, Pelletier: "Vogliamo aumentare l'intensità"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Ariele Mombelli

Nella sessione odierna di allenamento, la prima dopo i due giorni di pausa che hanno seguito la sconfitta rimediata a Rapperswil, Serge Pelletier ha lanciato un messaggio chiaro alla sua squadra: bisogna cambiare registro. E per farlo, a partire dalla rivincita di domenica con i sangallesi, il tecnico canadese ha puntato sulla concorrenza, chiamando alla Cornèr Arena diversi giocatori solitamente impegnati con i Ticino Rockets come Matewa, Haussener e soprattutto Zangger, dirottato ad inizio stagione nel farm team.

"Lo scopo dell'allenamento di oggi era quello di alzare il livello dell'intensità. Se ti alleni con più intensità allora giocherai con più intensità. Abbiamo provato a fare questo chiamando diversi giocatori, che aumentano la concorrenza interna e spingono tutti quanti a dare di più", ha detto il tecnico dei bianconeri una volta finita la sessione. L'intento, almeno per quanto visto questa mattina, parrebbe essere riuscito, tanto che Lammer, Suri e Traber hanno subito alcuni colpi al limite senza tuttavia riportare conseguenze.

I giocatori normalmente ai Rockets sono a disposizione sia per gli allenamenti che per le partite, Zurkirchen è pronto Serge Pelletier

Intanto le buone notizie giungono dall'infermeria, più precisamente da Heed e da Bertaggia: il primo si è completamente ristabilito dalla commozione cerebrale, il secondo da una discata subita nella sfida con il Davos. "Questi rientri fanno molto piacere. Se guardiamo a quando è cominciato questo periodo difficile lo facciamo riferendoci alla partita di Ginevra, dove abbiamo perso sia Riva che Heed. Da lì si sono accumulate le prestazioni negative, ma ora siamo pronti a ripartire". L'allenatore dovrà invece ancora attendere per Wolf, che ha svolto una breve seduta individuale in maglia gialla prima del gruppo.

La pressione è un privilegio, ma sono sicuro che domenica vedremo un'altra squadra Serge Pelletier

Considerati i continui rimescolamenti delle linee nell'allenamento odierno resta difficile immaginare il lineup che scenderà in pista. Nei tanti dubbi, che abbiamo comunque provato a sciogliere, sembra però chiaro che Fazzini giostrerà insieme ad Arcobello e Boedker. È pure possibile l'inserimento del giovane Werder.

Terzetti d'attacco: Boedker, Arcobello, Fazzini; Bertaggia, Lajunen, Bürgler; Zangger (Werder), Herburger, Walker; Suri, Morini, Lammer; Traber, Haussener, Sannitz (in giallo).

Coppie di difesa: Heed, Wellinger; Chiesa, Loeffel; Nodari, Ugazzi; Villa, Antonietti; Matewa (in giallo).

 
 
Condividi