Arbitri contestati alla Cornèr Arena per due penalità ai danni di Josephs nel terzo periodo
Arbitri contestati alla Cornèr Arena per due penalità ai danni di Josephs nel terzo periodo (Ti-Press)
Lugano
2
Bienne
3
  • 7' Arcobello
  • 38' Arcobello
  • 35' Kuenzle
  • 48' Yakovenko
  • 55' Rajala
Tabellino Risultati e classifiche

Lugano rimontato dal Bienne e ancora a secco

I bianconeri sprecano due vantaggi ed escono sconfitti per la terza sfida di fila nel 2022

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In cerca dei primi punti del 2022 e chiamato alla reazione dopo l'opaca prestazione di Zugo, il Lugano ha invece ottenuto la sua terza sconfitta del nuovo anno, uscendo battuto dal Bienne alla Cornèr Arena per 3-2. Più convincenti rispetto alla sera precedente, i bianconeri non hanno saputo gestire due situazioni di vantaggio contro i bernesi, cresciuti con il passare dei minuti e in grado di ribaltare la contesa nel terzo periodo. La sconfitta fa scivolare al nono posto i ticinesi, ora ormai definitivamente fuori dalla lotta per un posto diretto nei playoff.

In pista con la stessa formazione vista all'opera la sera precedente, senza dunque l'ammalato Guerra, gli uomini di McSorley hanno interpretato nella maniera giusta l'incontro. È dunque con merito, dopo un curioso gol giustamente annullato ad Arcobello, che i sottocenerini sono passati a condurre: al 6'12" lo stesso statunitense è stato il più lesto ad approfittare di un rebound concesso da Van Pottelberghe a seguito di un tiro dalla blu di Loeffel. È stato ancora il casco giallo, un altro giocatore rispetto alla prima parte di stagione, a ridare il vantaggio ai padroni di casa al 37'59", dopo che un Bienne in crescita aveva trovato il meritato 1-1 con Künzle al 34'37".

Nel terzo periodo i Seeländer sono entrati in pista con grande convinzione, mettendo alle strette il Lugano. Per superare Schlegel i bernesi hanno però avuto bisogno di due contestati powerplay, concessi per due falli di Josephs: ad approfittarne sono stati dapprima Yakovenko (47'21") e poi Rajala  (54'24"). Senza portiere nel finale, i bianconeri hanno provato a rimettere in sesto le sorti del match, ma su una conclusione a gabbia praticamente sguarnita di Herburger si è esaltato Van Pottelberghe.

 
 
 
 
Condividi