Il periodo buio è alle spalle
Il periodo buio è alle spalle (Ti-Press)
Lugano
3
Ginevra-Servette
0
  • 48' Carr
  • 52' Carr
  • 60' Josephs
Tabellino Risultati e classifiche

Riecco Daniel Carr, il Lugano stende il Ginevra

Una doppietta del canadese, alle prime reti in campionato, regala il successo all'HCL

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quanto è mancato Daniel Carr al Lugano? La risposta è arrivata stasera, visto che è stato proprio il canadese, tornato a giocare solo venerdì scorso dopo due mesi di stop per una commozione cerebrale, a decidere la sfida con il Servette, vinta 3-0 dai bianconeri grazie soprattutto a una doppietta del loro numero 7 che ha sbloccato il match nel secondo tempo. Il Lugano ha così centrato il terzo successo nelle quattro partite dopo la pausa per la Nazionale, nelle quali ha raccolto in totale 10 punti salendo a quota 36, sinonimo di nono posto in classifica.

Ad effettuare l'ingaggio d'inizio della partita della Cornèr Arena, dove Hudacek ha di nuovo ceduto il posto a Boedker, è stato un ospite d'onore, l'indimenticato Petteri Nummelin, acclamato dai tifosi bianconeri. La presenza del folletto finlandese, noto per le sue giocate spettacolari, non ha però ispirato le due squadre, che nei primi due tempi hanno dato vita ad una sfida bruttina, povera di occasioni e, in particolare il secondo tempo, molto spezzettata. Le emozioni più grandi sono allora state lo spavento per un colpo subito attorno al 25' di gioco da Fazzini, che fortunatamente ha comunque potuto continuare a giocare dopo un breve passaggio negli spogliatoi, e un battibecco tra Walker e Winnik, entrambi spediti sulla panchina dei penalizzati a 3' dalla seconda sirena.

A spezzare l'equilibrio di un match combattutissimo è stato un spettacolare assolo di Carr, che al 47'01" ha realizzato la sua prima rete stagionale in National League freddando Descloux dopo aver lasciato sul posto Jacquemet. Il gol è stata una vera e propria liberazione per il canadese, uscito, si spera definitvamente, dal suo periodo nero, ma il 30enne non si è accontentato e al 51'45" ha addirittura raddoppiato con una fucilata in superiorità numerica. Il resto è stato festa per il Lugano, con Josephs autore del 3-0 a porta vuota e Schlegel che ha potuto festeggiare il secondo shutout stagionale dopo quello ottenuto nella prima giornata con il Rapperswil.

 
 
 
 
Condividi