Con la
Con la "C" in un amichevole di preparazione (Keystone)

"Ritrovare il nostro pubblico sarà speciale"

Dopo mesi di incertezze, Bertaggia saluta con entusiasmo il nuovo inizio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Federico Fiorito

È stato uno dei capitani delle amichevoli di preparazione. Si troverà - si presume - sul petto la "C" anche in alcune partite di campionato. Ma soprattutto è una bandiera, figlio di una bandiera, che si appresta a vivere la sua settima stagione consecutiva in maglia bianconera, quella che culminerà con l'anniversario, l'11 febbraio 2021, degli 80 anni di vita del Lugano. Alessio Bertaggia non si lascia però ingannare dalle ricorrenze: "Ogni stagione è importante. Noi dobbiamo molto a questo club e a questa città. Speriamo un giorno di poter tornare a riempire le strade con dei festeggiamenti".

In vista dell'esordio in campionato il primo ottobre contro lo Zurigo l'attaccante si accontenta per il momento dei 3'500 spettatori: "Ci siamo abituati a giocare senza pubblico, perciò l'arrivo dei nostri tifosi sarà qualcosa di speciale. Sono davvero felice e non vedo l'ora di cominciare". Il piano di protezione mitigherà però in parte l'assenza volontaria, per lo scioglimento dei tre gruppi storici, del tifo organizzato all'interno della Cornèr Arena: "Quello che hanno fatto è qualcosa che rimarrà nella storia. Ma sono sono sicuro che per qualcosa che sparisce, qualcun altro si farà avanti e vedremo formarsi un nuovo gruppo per il futuro".

Puntare il più in alto possibile è l'obiettivo che ci dobbiamo porre. Poi dovremo fare i conti con le altre ottime undici squadre Alessio Bertaggia

Sciolto il nodo dei capitani, il Lugano non rischia un contraccolpo per l'eventuale partenza dei tre innesti con contratto a termine? "Sappiamo che loro sono presenti in questo momento per aiutarci - ha sottolineato il numero 10 - Sono ottimi ragazzi e si sono ambientati perfettamente. Credo che sia una cosa estremamente positiva poter usufruire del loro apporto. Quello che succederà dopo non è calcolabile".

Condividi