Hockey

"Sono onorato di essere qui ad Ambrì"

Per il leggendario Claude Julien è un piacere condividere le proprie conoscenze

  • 21 settembre 2022, 13:18
  • 23 giugno 2023, 23:33
  • SPORT
Claude Julien

Sulla panchina leventinese assieme a Luca Cereda

  • JustPictures

Osservare la panchina dell'Ambrì sabato sera contro il Berna aveva un che di surreale. Già, perchè insieme a Luca Cereda e René Matte, a guidare i leventinesi al successo c'era anche il leggendario Claude Julien. Giunto in Ticino per aiutare lo staff tecnico biancoblù a migliorarsi, il coach canadese ha spiegato così questa scelta particolare: "Conosco René da 20 anni e quando mi ha proposto di venire ad Ambrì a condividere le mie conoscenze mi sono sentito molto onorato. Il mio obbiettivo è quello di portare dei piccoli dettagli che ho imparato negli anni, trasmetterli, e in queste due settimane proporre un punto di vista alternativo che possa essere d'aiuto".

Se avessi guardato la partita dalla tribuna avrei fatto un video: il tifo qui è qualcosa di straordinario, è impressionante vedere quanta energia la gente sugli spalti riesce a dare alla squadra sul ghiaccio

Claude Julien

Dopo oltre 1200 partite in NHL, impreziosite dalla vittoria della Stanley Cup con Boston nel 2011, il 62enne non pensa però ancora a smettere: "Ho sempre detto che il giorno che crederò di sapere tutto sarà il giorno in cui andrò in pensione. L'hockey è uno sport in continua evoluzione, ovunque ho allenato ho imparato qualcosa e sono sicuro che anche qui lo farò". Il tecnico canadese ha poi concluso sottolineando che "il vostro campionato ha un gioco molto intenso e istintivo, e questo mi piace molto, inoltre la vostra Nazionale propone un hockey molto interessante, ed infatti ogni volta che vi ho sfidati con il Canada ci avete reso la vita difficile".

NL, l'intervista a Claude Julien (18.09.2022)

RSI Hockey 18.09.2022, 18:06

Ti potrebbe interessare