Serge Pelletier indica la strada da seguire
Serge Pelletier indica la strada da seguire (rsi.ch)

Tutti presenti, non sono attesi cambiamenti

Il Lugano dovrebbe sfidare il Langnau con la stessa formazione di Ginevra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Andrea Torreggiani

Tutti presenti stamane alla Cornèr Arena (compreso il convalescente Morini, che ormai si allena a pieno regime con i compagni) per l'ultimo allenamento prima di un weekend che vedrà il Lugano affrontare il Langnau in casa e lo Zurigo all'Hallenstadion. Da quanto si è visto sul ghiaccio, nonostante l'abbondanza di uomini a disposizione coach Pelletier sembra intenzionato a riproporre la stessa formazione che martedì ha sbancato Ginevra, con Chorney preferito a Postma quale straniero di difesa, Jecker settimo difensore e Jörg tredicesimo attaccante.

Wellinger dà sempre molta sicurezza, sia al fianco di Chorney, sia di Postma Serge Pelletier

Con i 12 punti raccolti nelle cinque partite disputate nel nuovo anno il Lugano può vantarsi del titolo di miglior squadra del 2020, ma Pelletier vuole che i suoi uomini restino assolutamente con i piedi per terra. "Sull'arco degli incontri giocati in tutta la stagione la nostra percentuale di vittorie è ancora piuttosto bassa - ha detto il canadese - dunque dobbiamo assolutamente conquistare parecchi altri successi. Così come dobbiamo migliorare il nostro gioco offensivo, perché ancora non si vedono con regolarità quelle azioni collettive che ti permettono di trovare più spesso il gol".

Sono molto contento del gioco difensivo e del carattere mostrati dalla squadra a Ginevra Serge Pelletier

Con Chorney che si avvia ad essere schierato per la terza volta consecutiva, la sensazione è che lo statunitense abbia superato Postma nelle gerarchie di Pelletier, ma l'allenatore dell'HCL non conferma. "Ho cinque stranieri a disposizione - ha sottolineato infatti il 54enne - e tutti devono essere pronti per giocare. Ho spiegato ad ognuno di loro che annuncerò la formazione solo il giorno della partita e che chi era in sovrannumero in un incontro può sicuramente essere schierato in quello seguente". A Lugano dunque nessuno deve essere sicuro del posto in squadra o sentirsi escluso a priori.

I terzetti d'attacco: Klasen, McIntyre, Bertaggia; Bürgler, Lajunen, Suri; Fazzini, Sannitz, Lammer; Walker, Romanenghi, Zangger; Jörg.

Le coppie di difesa: Chorney, Wellinger; Chiesa, Riva; Loeffel, Vauclair; Jecker. (Ronchetti, Postma).

 
Condividi