Il coach rossocrociato
Il coach rossocrociato (rsi.ch)

Nessun timore di fronte al Canada per Fischer

"Loro restano fortissimi ma possiamo giocarcela guardandoli negli occhi"

La Nazionale di hockey maschile dovrà attendere ancora due giorni prima di fare il suo esordio nel torneo olimpico ma intanto sta prendendo contatto con i Giochi di PyeongChang. "Siamo arrivati ieri al villaggio olimpico - ha spiegato coach Patrick Fischer - i giocatori hanno avuto libero per capire un po' come funzionano le cose e oggi andiamo per la prima volta sul ghiaccio. Le Olimpiadi sono uniche, ma da giovedì metteremo il focus sull'hockey".

La selezione elvetica avrà un battesimo di fuoco . "Non è il Canada con i giocatori della NHL - ha analizzato l'allenatore svizzero - ma resta comunque una squadra molto forte. Abbiamo giocato contro di loro due volte, l'ultima in Coppa Spengler dove la sfida è stata molto equilibrata e, anche se abbiamo perso, penso che abbiamo dimostrato di potercela giocare guardandoli negli occhi".

Abbiamo costruito una squadra forte, unita, veloce, organizzata in difesa e che lotterà fino alla fine sperando di raggiungere il suo potenziale massimo... così sarà anche una squadra vincente Patrick Fischer

Intanto alcuni giocatori non sono riusciti a riposare bene a causa dei materassi troppo piccoli e duri. "Sono letti asiatici - ha commentato Fischer - e un paio di elementi hanno avuto problemi alla schiena. Ma a Swiss Olympic sono fantastici e stanno facendo il massimo per risolvere la cosa".

 
 

 

Condividi