Intanto nemmeno durante la pandemia sono mancati i social alla ticinese
Intanto nemmeno durante la pandemia sono mancati i social alla ticinese (Keystone)

"Il Circo Bianco non è un mondo sincero"

Lara Gut-Behrami salva però alcune persone vere e leali, come Anna Veith

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nella terza parte dell'intervista concessa da Lara Gut-Behrami a Rete Uno Sport si parla di social e amicizie. E la ticinese non ha parole tenere per il carrozzone del Circo Bianco anche se salva alcuni singoli: "Non è un mondo sincero. Ma per fortuna ci sono persone ancora sincere come Anna Veith. Mi mancherà, quello è sicuro. Ci siamo sentite subito dopo la fine della Coppa del Mondo. Allo sport viene a mancare un'atleta eccezionale ma soprattutto una grandissima persona. Ha cercato di cambiare qualcosa nei rapporti con la Federazione. L'Austria deve essere fiera di un'atleta del genere. Mi mancherà come amica nei prossimi anni sul circuito".

Il mondo virtuale, che la ticinese aveva abbandonato qualche anno fa, non le è mancato nemmeno nel periodo della pandemia, dove molti per passare il tempo sono diventati invece più attivi: "Ho ritrovato il piacere di stare a casa e mi sono preoccupata soprattutto delle persone a cui tengo, come la nonna e i famigliari nel Giura. Sono un grandissimo mezzo di comunicazione ma sei a comunicare con persone che non conosci, con i media, con i tifosi che ti seguono".

Il pericolo è di trasformarsi tutti in tuttologi, e dato che hai mezzo milione di follower di impartire lezioni che aumentano la confusione dell'informazione Lara Gut-Behrami
 
Condividi