È candidato per la presidenza della FIS
È candidato per la presidenza della FIS (Keystone)

"Stanchi ma felici, è stato un anno fantastico"

Urs Lehmann è soddisfatto alla fine di una lunga stagione: "abbiamo allargato la base"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Con ben 9 medaglie conquistate ai Mondiali di Cortina e il primo posto nella classifica delle nazioni, la Svizzera ha decisamente di che essere soddisfatta per quanto proposto quest'anno dai suoi sciatori. "Siamo stanchi ma felici, è stata una stagione lunga ma il bilancio è senza dubbio positivo. Abbiamo raggiunto risultati che fino a pochi anni fa erano insperabili", ha affermato un sorridente Urs Lehmann a margine delle gare di fine stagione a Lenzerheide.

Se noi critichiamo l'organizzazione può succedere che la FIS decida di togliere le gare dal programma Urs Lehmann

Complici anche gli annullamenti degli scorsi giorni, è rimasto però un po' di amaro in bocca per non aver potuto vedere Lara Gut-Behrami e Marco Odermatt lottare fino in fondo per la generale di Coppa del Mondo. "La preparazione delle pista è sicuramente discutibile. Per Marco ci saranno in ogni caso altre occasioni per mettersi in mostra, e lo stesso vale per Lara", ha proseguito il presidente di Swiss-Ski.

Gli atleti vogliono maggiore equilibrio tra velocità e discipline tecniche? È una responsabilità che spetta solo alla FIS Urs Lehmann

Candidato alla presidenza della Federazione Internazionale di Sci, il 51enne ex discesista si è detto comprensivo con le proteste di diversi atleti rossocrocati: "Per noi gli atleti restano il punto al centro del discorso, è questa la filosofia che proporrei qualora venissi eletto".

 

Condividi