La ticinese ora è davvero inarrivabile
La ticinese ora è davvero inarrivabile (Keystone)

Per Lara c'è anche la matematica

Le basta un 13o posto in discesa, 2a Fabienne Suter

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si aspettava la matematica ed ora è arrivata anche quella. Ora Lara Gut può davvero festeggiare, dimenticando ogni scaramanzia, la sua prima Coppa del Mondo generale. Festeggiamenti che, però, la sciatrice di Comano certamente posticiperà almeno dopo il super G di giovedì, quando andrà all'assalto anche del globo di specialità.

I punti che le mancavano, la ticinese li ha raccolti nell'ultima discesa stagionale, nelle finali di St.Moritz, dove peraltro non ha confezionato una prestazione particolarmente brillante, chiudendo la prova solamente al 13o posto. D'altro canto, l'unica diretta avversaria della Gut, la tedesca Viktoria Rebensburg, è uscita di pista a metà tracciato dopo che comunque stava accumulando un abbondante ritardo dalle più veloci.

Chi invece ha fatto una gran discesa è Fabienne Suter, che ha colto il suo quinto secondo posto stagionale (su altrettanti podi), chiudendo la prova engadinese a 0"13 dall'inattesa Mirjam Puchner e mettendo agli archivi anche una seconda piazza dietro a Lindsey Vonn nella graduatoria di discesa. Per l'austriaca si tratta adirittura della prima volta in una top 3 di Coppa del Mondo. Sul gradino più basso del podio è salita l'italiana Elena Curtoni.

Tutte le emozioni della discesa femminile si possono rivivere nel nostro centro risultati.

 
 
 
Condividi