Il momento del ritiro della slovena
Il momento del ritiro della slovena (rsi.ch)

A Melbourne c'è già chi alza bandiera bianca

L'aria pesante induce la Jakupovic a dare forfait, avanza la Vögele

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Che questa edizione degli Australian Open non sarà come tutte le altre sembra già abbastanza chiaro. E infatti già nella prima giornata delle qualificazioni si è registrato un forfait per l'aria fortemente inquinata, a seguito degli spaventosi incendi che hanno colpito il sud est del paese in questi ultimi mesi. La prima ad alzare bandiera bianca è stata la slovena Dalila Jakupovic (WTA 180), la quale ha deciso di abbandonare la sfida contro la svizzera Stefanie Vögele (117) quando si trovava in vantaggio di un set (6-4) e stava servendo per andare al tie-break del secondo.

La Jakupovic, dopo un lungo scambio con l'avversaria, si è accasciata al suolo e non è più stata in grado di continuare la partita. "Anche Stefanie non stava bene - ha spiegato Ivo Werner, coach dell'argoviese - Ieri sera faceva fatica a respirare e stamattina aveva gli stessi problemi. È stata una sorta di parodia del tennis che dovremmo vedere. La situazione dell'inquinamento è peggiore anche di quella che si può trovare in Cina".

I prossimi elvetici impegnati nelle qualificazioni a Melbourne saranno Henri Laaksonen (ATP 102) e Conny Perrin (204), i quali affronteranno mercoledì, rispettivamente, l'australiano Rinky Hijikata (743) e l'ucraina Daria Lopatetska (332). Mentre la Vögele sfiderà ora la ceca Denisa Satralova (220).

 
 
Condividi