L'entrata in campo
L'entrata in campo (Keystone)

Addio tra le emozioni, King Roger saluta così

Insieme all'amico-rivale Nadal alla Laver Cup, il renano è stato sconfitto nell'ultima

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È stato un addio nel segno dello spettacolo - vero tratto distintivo di un atleta inimitabile - quello di Roger Federer al tennis. In campo alla Laver Cup accanto all'amico-rivale Rafael Nadal, il renano ha dato il meglio di sé nonostante una condizione fisica evidentemente non impeccabile. Di fronte alla coppia formata da Sock e Tiafoe, il duo Fedal si è arreso al super tie-break con il punteggio di 4-6 7-6 11/9 e non è riuscito a portare l'Europa sul 3-1 nel confronto complessivo sul Resto del Mondo (ora sul 2-2). Per King Roger si è trattato dal 1'750o e ultimo match in carriera.

Accolto dal calore di un'Arena O2 esaurita, che ha fatto da eco all'affetto del mondo intero di questi giorni nei suoi confronti, Federer è parso gustarsi dall'inizio alla fine la serata, senza in ogni caso sottrarsi alla battaglia sul campo. Proprio lì dove nel corso del primo set è stato protagonista di una scena curiosa, in cui ha fatto passare la pallina in uno spazio ristrettissimo tra il palo di sostegno della rete e la rete stessa. Un colpo forse mai capitatogli in tutta la sua carriera. Un colpo sì irregolare, ma meraviglioso nella sua essenza. Meraviglioso come Roger Federer.

 
 
 
 

 
Condividi