Sconfitta che fa male
Sconfitta che fa male (Keystone)
Liudmila Samsonova
  • 1
  • 6
  • 6
  • Belinda Bencic
  • 6
  • 1
  • 3
  • Tabellino Risultati e classifiche

    Belinda Bencic beffata dalla russa Samsonova

    L'elvetica ha perso la finale del torneo di Berlino dopo aver dominato il primo set

    • Stampa
    • Condividi
    • a A

    Belinda Bencic (WTA 12) deve attendere ancora per tornare ad alzare al cielo un trofeo, impresa che non le riesce più dal 20 ottobre del 2019. Nella finale di Berlino la sangallese, giunta all'ultimo atto nel massimo circuito mondiale per la 12a volta, è stata beffata dalla qualificata russa Liudmila Samsonova (106), vittoriosa in rimonta 1-6 6-1 6-3 e al suo primo titolo. Dopo aver dominato il set d'apertura, nel secondo la Bencic ha subito un break al suo primo turno di battuta che le ha spezzato il ritmo, facendola crollare. La luce non si è riaccesa nemmeno nella terza e decisiva frazione, nuovamente iniziata dalla 24enne rossocrociata perdendo il servizio e da lì tutta in salita. Una a tratti nervosa Bencic ha così visto svanire la possibilità di conquistare il suo quinto titolo in carriera, ma il suo ottimo cammino sull'erba tedesca lascia ben sperare in vista di Wimbledon, al via lunedì prossimo.

    Successi di Humbert, Berrettini e Jabeur

    Altri tre tornei sull'erba si sono conclusi oggi. Tra gli uomini il francese Ugo Humbert (ATP 31) si è imposto ad Halle battendo a sorpresa 6-3 7-6 (7/4) il russo Andrey Rublev (7), mentre il pronostico è stato rispettato al Queen's, dove l'italiano Matteo Berrettini (9), testa di serie numero 1, ha sconfitto 6-4 6-7 (5/7) 6-3 il britannico Cameron Norrie (41). Tra le donne, infine, la tunisina Ons Jabeur (WTA 24) si è imposta 7-5 6-4 a Birmingham sulla russa Daria Kasatkina (35).

     
    Condividi