Il numero 3 del mondo
Il numero 3 del mondo (Keystone)

"Il nostro comportamento è stato errato"

Dominic Thiem recita il mea culpa dopo i contagi all'Adria Tour

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Contrariamente ad altri protagonisti, Dominic Thiem non si nasconde e soprattutto non cerca scuse per quanto accaduto all'Adria Tour. "Il nostro comportamento è stato errato, abbiamo agito con troppa euforia", ha scritto in un messaggio su Instagram l'austriaco, vincitore a Belgrado prima di volare in Francia all'Ultimate Tennis Showdown.

"Per settimane abbiamo giocato senza pubblico - ha continuato il 26enne - quindi eravamo felici della presenza dei tifosi all'evento. Ci siamo fidati delle misure anticoronavirus del Governo serbo, ma siamo stati troppo ottimisti. Sono estremamente dispiaciuto e spero che tutti gli infettati guariscano al più presto".

Ho fatto 5 test negli ultimi 10 giorni... per fortuna tutti negativi Dominic Thiem

Sul quotidiano austriaco Standard ci è andato giù decisamente più pesante Herwig Straka, membro del board ATP, direttore del torneo di Vienna e manager di Thiem: "Novak Djokovic è l'unico a doversi scusare, visto che ha messo in piedi lui questo spettacolo. È stato stupido e assurdo. Avevo dato il permesso di partecipare a Dominic a condizione che le misure anticovid fossero rigorosamente rispettate".

Novak ha trasformato un torneo benefico in un evento pubblicitario Herwig Straka

 

 
Condividi