Ai saluti
Ai saluti (Keystone)

Si chiude l'era Roger Federer

La Laver Cup sarà l'ultima apparizione del basilese nell'ambito dell'ATP

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Uno dei capitoli più importanti della storia del tennis sta per concludersi. Attraverso i suoi canali social Roger Federer ha annunciato il ritiro dalle competizioni dopo 24 anni di carriera. "Alla mia famiglia del tennis e oltre - così inizia il messaggio del 41enne basilese che prosegue - come sapete negli ultimi tre anni ho avuto a che fare con infortuni e operazioni. Ho lavorato duramente per cercare di rientrare, ma ho dovuto ascoltare i messaggi che ha lanciato il mio corpo. Ho 41 anni, ho giocato oltre 1'500 partite. Il tennis mi ha trattato in modo ben più generoso di quanto avrei mai potuto sognare, ora devo riconoscere che è il momento di dire basta". King Roger disputerà ancora la Laver Cup e poi appenderà la racchetta al chiodo.

Entrato sul circuito ATP nel luglio del 1998 a quasi 17 anni, Federer ha conquistato il suo primo titolo nello Slam a Wimbledon nel 2003. Nel suo giardino londinese, dove trionfò consecutivamente fino al 2007 e poi altre tre volte tra il 2009 e il 2017, ha anche disputato il suo ultimo match ufficiale ai quarti di finale contro Hubert Hurkacz il 28 giugno del 2021. Nella sua lunga carriera ha conquistato 103 titoli ATP ed è stato il primo uomo, agli Australian Open 2018, a raggiungere quota 20 trionfi nei tornei del Grande Slam. È rimasto in vetta alla classifica ATP per 310 settimane, di cui la cifra record di 237 consecutive, ed è stato a 36 anni e 320 giorni il numero uno più vecchio della storia. Nel suo immenso palmarès, nel quale oltre ai successi individuali è entrata anche la Coppa Davis del 2014, manca soltanto l'oro olimpico in singolare. Gli ultimi anni sono stati però caratterizzati da ripetuti problemi alle ginocchia, dai quali non si è più ripreso.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi