Gatto Arturo

Creato nel 1972 da Fredi Schafroth e Adriana Parola, il gatto Arturo ha accompagnato generazioni di telespettatori attraverso trasmissioni educative e divertenti gag sul territorio della Svizzera italiana. Con l'inconfondibile vestito a righe — quasi a simboleggiare l'arrivo della TV a colori —, la comicità fisica, che non richiede parole, e il suo essere curioso, pasticcione e irriverente, l'Arturo rappresenta in maniera ideale il bambino che c'è in ognuno di noi.