Piste da sci, ma se manca la neve?

Un dibattito di Modem-evento all’inizio della stagione invernale. Tra sfide e opportunità date da una meteo sempre più imprevedibile. Appuntamento il 28 novembre 2022, alle ore 20 presso l’Auditorium di Biasca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La stagione invernale è alle porte, gli impianti di risalita sono pronti ad accogliere gli appassionati degli sport invernali. Ma il rischio è quello che si è già manifestato con prepotenza l’anno scorso e anche nel recente passato: l’assenza di neve.

Al sud delle Alpi lo scorso inverno è stato caratterizzato da una prolungata chiusura degli impianti, davvero pochi i giorni in cui si è potuto sciare. Con conseguenze dirette sulla finanze delle società che gestiscono gli impianti.

Come ci si sta preparando per la stagione che sta per iniziare? E quali sono i progetti per un futuro in cui l’inverno rischia di non trasformarsi in una sorta di autunno prolungato, senza neve e con temperature miti?

E come ripensare anche la stagione estiva di questi impianti turistici? Come valorizzarli su tutto l’arco dell’anno?

Queste le domande e sfide principali del turismo invernale al sud delle Alpi, ne parleremo con:

  • Simone Beffa, direttore degli impianti di risalita di Airolo
  • Ronny Bianchi, economista e esperto di turismo
  • Giovanni Frapolli, proprietario degli impianti di Bosco Gurin
  • Gabriele Gendotti, presidente della Nuova Carì Sa
  • Niccolò Meroni, direttore marketing, San Bernardino Swiss Alps
  • Matteo Milani, presidente Amici del Nara SA
  • Stefano Rizza, direttore della Divisione economia, Dipartimento delle Finanze e dell’Economia

Appuntamento il 28 novembre 2022, alle ore 20 presso l’Auditorium di Biasca.

 

Vuoi ricevere questa notizia per e-mail?

La nostra e tua comunità: iscriviti alla Newsletter RSI. Appuntamento ogni settimana