Rallenta che ti multo

Puntata del 3.06 - In Ticino tutti i radar dovranno essere segnalati. Decisione presa... e Patti chiari ha anticipato i tempi con un test

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Radar nascosti dietro a una siepe? Sotto il portico di un garage? Dietro a un muretto? Sono le “trappole” tanto temute dagli automobilisti indisciplinati. Ma presto in Ticino tutto questo sarà solo un lontano ricordo.

Sì perché in aprile il Gran Consiglio ha deciso che in futuro tutti i radar, anche quelli mobili, dovranno essere segnalati. Una prima svizzera che ha spaccato in due l’opinione pubblica. Una decisione assurda, sostengono coloro che da anni chiedono maggiori controlli o che hanno visto morire un parente  sulle nostre strade per un incidente causato dall’alta velocità. Esasperata dai troppi controlli e dal presunto accanimento nei loro confronti, la categoria degli automobilisti invece difende la decisione a spada tratta. Chi ha ragione?

Siamo andati sulle tracce di chi ha vissuto l’incubo di una tragedia stradale oppure l’ha scampata per miracolo ma anche di automobilisti che si ritengono tartassati dai controlli di velocità della polizia accusandola di voler fare solo “cassetta” anziché prevenzione.. Abbiamo voluto vederci chiaro seguendo alcuni controlli radar della polizia.

Ma, soprattutto, ci siamo proiettati nel futuro. Per la prima volta Patti chiari ha approntato un radar mobile segnalato, con tanto di cartello sulla strada. Che succede quando il temuto controllo viene annunciato? Un test i cui risultati sono tutti da scoprire.

Ma quand’è che il futuro potrebbe diventare realtà? A rispondere nel nostro studio, il Consigliere di Stato Norman Gobbi chiamato ad applicare la controversa decisione. In sua compagnia anche Riccardo Pfister, associazione svizzera maestri conducenti, Rossano Guggiari, presidente Unione automobilisti e motociclisti TI e il comandante della polizia di Lugano Roberto Torrente.

 

E nel resto della Svizzera cosa si fa? Ecco gli esempi di San Gallo (radar semipermanenti segnalati) e Zurigo (87 radar solo in citta, fra mobili e fissi, nessuno segnalato).

 

Radar segnalati: "impossibile applicare la decisione del Gran Consiglio così come attualmente formulata", lo dice il capo Dipartimento delle istituzioni. Leggi l'articolo qui

 

Hai qualcosa da aggiungere a questa storia? Scrivilo nei commenti!
Se invece vuoi rivedere la puntata intera, CLICCA QUI.

Condividi
Commenti
Commenti
I più votati
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti