Intervista a Marta Morazzoni

di Natascha Fioretti

Per Jean Cocteau era “il più bel serpente del paradiso terreste”, per Gabriele D’Annunzio era “la divina marchesa”. Di certo, quella di Luisa Casati Stampa è la storia avvincente di una donna aristocratica, capricciosa, colta, bella, seduttrice, collezionista d’arte e mecenate vissuta tra Milano, Parigi, Venezia e Londra tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. A raccontarci la sua storia è la scrittrice Marta Morazzoni da poco tornata in libreria con il suo romanzo “Il rovescio dell’abito” edito da Guanda. Una storia tutta al femminile è anche quella del nuovo romanzo di Francesco Casolo, uscito per Feltrinelli, in cui si narra la saga della famiglia biellese Menabrea e del suo famoso birrificio italiano. In chiusura, per i 100 anni dalla nascita che cadono proprio quest’anno, con Stefano Vassere ricordiamo lo scrittore, giornalista e storico Mario Agliati a cui la Biblioteca cantonale di Lugano dedica una mostra dal titolo “Ul già da la Lüzzina” Mario Agliati nella Lugano del buon tempo.