(iStock)

Il Marocco alla testa dell’Islam illuminato: “basta alle condanne per apostasia”

 

09.02.17 - 12:15

"Chi cambia religione, uccidetelo". È una frase attribuita a Maometto, profeta dell’Islam, in un racconto sulla sua vita raccolto nella Sunna, la seconda fonte del diritto islamico dopo il Corano. Una frase che ha giustificato la persecuzione per apostasia tutti coloro che nei paesi islamici decidevano di lasciare la religione islamica. Ora il Marocco, con una decisione storica del consiglio degli Ulema, decide di cambiare strada, dando un’interpretazione diversa delle scritture, più aperta e tollerante. Quale influenza avrà questa decisione sul mondo islamico? Ne abbiamo discusso a Finestra aperta con il Professor Claudio Lo Jacono, docente di storia del vicino Oriente all'istituto Orientale dell'Università di Napoli e direttore della rivista Oriente Moderno.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Fire Dance - Gabor Szabo Ore 1:50