Piero Brega e Oretta Orengo

di Sergio Albertoni e Valerio Corzani

Architetto e cantautore romano, Piero Brega è stato tra i soci fondatori del Circolo Gianni Bosio, un'associazione culturale "per la memoria, la conoscenza critica e la presenza alternativa delle culture popolari". Ha iniziato ad occuparsi di musica nel 1970, studiando il materiale popolare del Lazio e realizzando numerose registrazioni sul campo. Da questo suo lavoro ha preso le mosse l'importante esperienza del Canzoniere del Lazio, di cui Brega è stato animatore e voce solista fino al 1976. La fusione di elementi etnici e tradizionali (non solo dell'Italia centrale) con sonorità progressive, jazzistiche e vicine alla musica colta d'avanguardia, che aveva contraddistinto il Canzoniere del Lazio, ha poi avuto un breve seguito nel progetto "Carnascialia". Negli stessi anni Brega si è anche dedicato a musicare diversi spettacoli teatrali, ed è stato voce solista nell'opera di Giovanna Marini "Il regalo dell'Imperatore". Dopo un silenzio discografico piuttosto lungo a cui Brega si è dedicato alla sua professione di architetto, negli anni duemila è tornato a pubblicare dischi, questa volta a proprio nome, debuttando quindi nel 2004 come cantautore in senso stretto. Oggi lo ospitiamo volentieri sulla nostra arca radiofonica insieme a Orietta Orengo, oboista, cantante e sua compagna d’arte e di vita.