Mixer
Babilonia

Roberto Angelini

di Sergio Albertoni e Valerio Corzani

  • iStock
  • 11.10.2022
  • 44 min
Disponibile su
Scarica
  • Musica

Romano, classe ’75, Roberto Angelini fa il suo esordio come cantautore nel 2001 con l'album "Il signor domani". Partecipa a Sanremo Giovani nello stesso anno con l’omonimo brano, e si aggiudica il Premio della Critica “Mia Martini”. Nel 2003 pubblica l'album “Angelini” (EMI) che contiene le hit “GattoMatto” e “La Gioia del Risveglio”. Questo disco, molto più pop del precedente, lo fa conoscere al grande pubblico. Da lì a poco sente l’esigenza di tornare alle origini: rompe il contratto con la EMI e fonda una sua etichetta indipendente, la FioriRari, con la quale pubblica due dischi a suo nome, "La Vista Concessa" (2009) e "PhineasGage" (2011). Intanto riprende con più interesse l'attività di musicista diventando molto richiesto per il suo personale modo di suonare la lapsteel (Fabi, Silvestri, Gazzè, Planet Funk, Fabrizio Moro, Emma Marrone, Orchestraccia). Tra i suoi vari progetti paralleli, oggi parleremo in particolare di "Ping Moon", un accorato omaggio all’arte di Nick Drake. Dal 2013 consacra la sua popolarità collaborando col conduttore televisivo Diego “Zoro” Bianchi, dapprima su Rai3 con la trasmissione "Gazebo" poi su La7 con “Propaganda Live”.

Scopri la serie

Correlati