Sergej Rachmaninov
Caffè Zimmermann

Il Centro culturale e didattico Villa Senar e la Rachmaninoff Foundation. Intervista con Andrea Loetscher

Omaggio a Sergej Rachmaninov a 150 anni dalla nascita (1./5)

  • Imago Images
  • 6.11.2023
  • 45 min
Disponibile su
Scarica
Di: Roberto Corrent

Le prossime cinque puntate di Caffè Zimmermann sono dedicate a Sergej Rachmaninov. Si tratta della prima serie di un ciclo di cinque episodi, a cura di Roberto Corrent.

Prende inizio con questo numero di «Caffè Zimmermann» una serie di approfondimenti dedicati a Sergej Rachmaninov, di cui ricorrono nel 2023 i 150 anni dalla nascita ‒ 1° aprile 1873 a Velikij Novgorod, non lontano da San Pietroburgo ‒ e gli 80 dalla morte ‒ avvenuta a Beverly Hills, 28 marzo 1943.
La puntata di apertura è dedicata alla Rachmaninoff Foundation e al nuovo centro culturale che ha da poco preso vita in quella che era la residenza del pianista e compositore russo in Svizzera, Villa Senar, sita a Hertenstein, presso Weggis, sulle sponde del Lago dei Quattro Cantoni.
Seguiranno due puntate con il musicologo Enzo Restagno che ci parlerà del rapporto di Rachmaninov con Anton Čechov e del lavoro svolto da Ottorino Respighi trascrittore di cinque Études-Tableaux; una puntata dedicata alla fortuna di Rachmaninov attraverso il cinema di cui ci parlerà Laura Cosso e una dedicata alla musica da camera con la violoncellista Silvia Chiesa e il pianista Maurizio Baglini.
A questa prima cinquina ne seguirà una all’inizio del prossimo anno, in cui troveremo le testimonianze sulla figura e sulla produzione di Sergej Rachmaninov di molti musicisti, ad iniziare da Michele Dall’Ongaro, Riccardo Chailly, per giungere a una lunga serie di pianisti: Bezhod Abduraimov, Kirill Gerstein, Ilia Kim, Valentyna Lysycja, Louis Lortie, Aleksandr Malofeev, Nikolaj Luganski, Boris Berezovskij, Mikhail Pletnev, Olga Scheps, Nino Gvetadze, Arkadij Volodos, Yuja Wang e Bernd Glemser.
Iniziamo quindi il nostro percorso con la direttrice artistica della Serge Rachmaninoff Foundation di Lucerna e del Centro Culturale Villa Senar. Andrea Loetscher, flautista, musicista da camera e didatta impegnata su più fronti e moglie di Michael Haefliger, l’Intendant del Lucerne Festival, è stata scelta il 1° luglio dello scorso anno a capo dell’istituzione lucernese, ruolo a cui si è dedicata con encomiabile impegno e successo. Roberto Corrent l’ha incontrata a Lucerna, negli studi della SRF Studio Zentralschweiz, il 18 agosto scorso. La pagina musicale da cui è partita questa puntata d’apertura (il Preludio op. 32 n. 8 di Rachmaninov) era interpretata dal pianista russo-lituano Lukas Geniušas e registrata a Villa Senar sullo stupendo Steinway appartenuto all’autore, e pubblicata dall’etichetta Alpha in un CD da poco pubblicato contenente anche la prima versione della Prima Sonata in re minore op. 28, con cui chiuderemo questa puntata introduttiva.

Scopri la serie