William Shakespeare (iStock)

L’uomo che inventò l’umano

di Monica Bonetti

Secondo Harold Bloom – grande critico shakespeariano –  uno dei segreti del perdurare del fascino e del successo di William Shakespeare è che il grande drammaturgo ha inventato l’umano. Le sue tragedie e le sue commedie, pur così profondamente legate a un momento chiave nel passaggio dal medioevo alla storia moderna, continuano a parlarci e sedurci perché capaci di cogliere l’inquieto e universale interrogarsi dell’uomo su sé stesso e sulle proprie passioni.

Autore con cui chiunque si occupi di teatro prima o poi si confronta Shakespeare è il protagonista di questa puntata di Charlot in cui si inaugura una nuova rubrica curata dalla scrittrice e saggista Nadia Fusini dedicata al Bardo. Insieme a lei saranno ospiti del magazine il critico letterario Piero Boitani autore di un recente saggio su Amleto, uno dei personaggi più universalmente noti di Shakespeare; Giovanni Ortoleva che firma la regia della Dodicesima notte prossimamente in cartellone al LAC; e infine la critica cinematografica Maria Rosa Mancuso per gettare uno sguardo alle innumerevoli trasposizioni su schermo delle opere e della vita di Shakespeare.

Brani Brani in onda 3. Scherzo - Quintett für Klavier und Streichquartett, C-dur - ; ENS Ore 22:14