Il ‘68 verde di Berlino

Una piccola rivoluzione si prepara nelle università berlinesi: dal prossimo anno accademico infatti le mense universitarie offriranno una scelta per il 68% vegetariana, per il 28% vegana e solo per il 4% onnivora. Un ribaltamento di costume e tradizione, in particolare per una gastronomia come quella tedesca molto ricca di carni, che trova il suo principale motore nella necessità di ridurre l’impatto ambientale dell’alimentazione umana. Commentiamo la notizia con il filosofo antispecista Leonardo Caffo.