(iStock )

Paul Celan, 50 anni dopo

di Marco Pagani

La notte del 20 di aprile del 1970, ormai psichicamente stremato, si gettava nella Senna uno dei più grandi poeti del XXmo secolo. Rumeno di lingua tedesca e di origine ebraica, Celan scampò allo sterminio nazista ma vi perse i genitori. L’orrore di cui fu testimone segnò irrimediabilmente la sua vita e la sua poesia. Ne parliamo con uno dei suoi massimi studiosi: Dario Borso.

Ora in onda Notiziario In onda dalle 10:30
Brani Brani in onda 8.7.20 - Ouverture / Adagio e staccato / Menuet / Andante / Air / Bouree / Hor - Diego Fasolis; DIR / I Barocchisti; ENS Ore 9:39