(TiPress)

Riciclare le macerie

di Marco Pagani

Dei 77 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti ogni anno in Svizzera, più dell’80% proviene dal settore edilizio, con 15 milioni di tonnellate costituite dai detriti da demolizione di edifici privati. Per una buona parte di questa enorme quantità di materiale, sarebbe in realtà possibile una seconda vita. In particolare per il calcestruzzo - una miscela di cemento, acqua e ghiaia (o sabbia) – le potenzialità di un riutilizzo sono molto interessanti, ma ancora molto poco sfruttate. Facciamo il punto con Valeria Gozzi, ingegnera civile strutturista, contitolare dello studio ZaniniGozzi, docente SUPSI (dove tiene tra l’altro proprio corsi e laboratori pratici sul riuso del calcestruzzo) e redattrice della rivista di architettura ARCHI.

Brani Brani in onda FEEL - MÃ¥neskin Ore 10:01