Vincenzo Vela in una Polaroid sonora

Testo e regia di Flavio Stroppini 

Con Daniele Ornatelli, Igor Horvat, Dario Sansalone, Alessandra Felletti e Matteo Carassini
Editing e sonorizzazione Thomas Chiesa 

Produzione Francesca Giorzi

 

 

 

Robert Musil scrisse che nulla al mondo è più invisibile dei monumenti. È proprio così? Probabilmente Vincenzo Vela avrebbe risposto che i monumenti sono luoghi di memoria e la memoria è quello che rende ognuno di noi quello che è. 

Per ricordare il bicentenario dell’artista di Ligornetto la fiction radiofonica ha prodotto un suo ritratto (o meglio, una “polaroid sonora”). 

Vincenzo Vela, esponente di spicco della scena artistica della seconda metà dell’Ottocento, ebbe una vita ricolma di avvenimenti. Sempre orgogliosamente schierato in difesa degli ideali di libertà e di giustizia sociale partecipò in prima linea, alla guerra del Sonderbund e alle battaglie del Risorgimento italiano. 

In “Vincenzo Vela in una polaroid sonora” viene ripercorsa la vita del celebre scultore. Una messinscena che, con un ritmo incalzante, ci farà rivivere lo straordinario percorso di un uomo, nato ultimo di sette figli in una famiglia di umili condizioni di un piccolo paese al sud della Svizzera.

Ora in onda Tenera è la notte In onda dalle 0:40
Brani Brani in onda Slick - Something Blue Ore 0:25