La vita è un sogno

di Michela Daghini

®

Un'attività universale, diverse sono le interpretazioni di vivere quella metà della vita che trascorriamo dormendo. Per esplorare la dimensione onirica ci guida Arianna Cecconi, che si è formata a Parigi all’École des Hautes Études en Sciences  Sociales e all’Università Milano Bicocca, insegna  Antropologia  all’Università Cattolica di Milano e partecipa a progetti sulla dimensione onirica promossi da centri di ricerca internazionali. La studiosa ha indagato particolari contesti in cui si verifica un intimo dialogo tra la veglia e il sonno, una continuità che lega i due mondi e li mette in comunicazione costante. Da esperienza individuale insomma, i sogni diventano patrimonio collettivo della comunità offrendo spunti interessanti alla riflessione  antropologica sul sogno. Lo studio di cui parliamo è pubblicato nel volume I sogni vengono da fuori. Un'etnografia della notte, pubblicato da Editpress.

Dell’autrice segnaliamo anche "L'acqua della paura", lo studio su un antico rituale magico della Montagna pistoiese che si tramanda nelle mani di guaritori con l'aiuto di un'erba magica che cresce in primavera, in grado di lavare la paura, per Bruno Mondadori, e il più recente romanzo, "Teresa degli oracoli", per Feltrinelli.

Prima emissione mertedì 11 maggio 2021