(iStock)

Psiche e new media: le nuove sfide

di Michela Daghini

Martedì 29 ottobre in replica la prima puntata

Modalità multimediali di comunicazione, le infinite possibilità di connessione, ma anche un accesso facilitato a contenuti spesso scadenti, presentano una serie di risvolti inediti nella nostra società. Social media, smartphone, ma anche l’esplosione della pornografia e la sua fruizione in età ormai sempre più bassa, portano una complessità nuova per la vita psichica. Con quali influenze sul nostro approccio al quotidiano, agli affetti, alla sessualità, e con quali ripercussioni sui processi relazionali, cognitivi, sugli incontri, il desiderio?

Secondo gli studi nei prossimi anni ci confronteremo con una serie di problemi psicologici che non conosciamo ancora, e con l’acuirsi di fenomeni che invece già conosciamo. Le nuove generazioni, figlie della multimedialità ed esperte in new media esprimono infatti una serie di nuove difficoltà e forme di disagio che le precedenti con conoscevano. Su questi e altri temi si era discusso durante l’estate, con esperti di vari ambiti disciplinari, al convegno Giovani Hi-Tech - Riflessioni per una pedagogia tra natura e tecnologia, promosso dall’associazione Orion. Tra i relatori, il noto psicoanalista Luigi Zoja, che in questo percorso in due puntate ci offre una riflessione sui mutamenti sociali e relazionali che la tecnologia ha apportato e porterà, nella vita di tutti i giorni.

Per uno sguardo bibliografico, segnaliamo, di Luigi Zoja, "Psiche", per Bollati Boringhieri, come "Il gesto di Ettore. Preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre". E ancora, "Centauri. Alle radici della violenza maschile", ma anche "Tra eresia e verità", un viaggio attraverso le luci e le ombre del Novecento fino a oggi, scritto assieme al teologo brasiliano Leonardo Boff, e "Utopie minimaliste. Un mondo più desiderabile anche senza eroi" tutti per Chiarelettere; e infine, sempre dell’autore, "Coltivare l’anima", per Moretti & Vitali, e il più recente "Vedere il vero e il falso", come la parabola della fotografia riassume il destino dei mass-media, per Einaudi.

Prima emissione martedì 03 e martedì 10 settembre 2019

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Indian Summer - Coleman Hawkins Ore 1:34